lunedì 24 marzo 2014

MANGIARE DA PICCOLI: L' APPETITO DIFFICILE

Chi non ha il ricordo di qualche bambino, seduto a tavola, che regolarmente trascina il suo pasto malvolentieri? Sembra che questo fatto dipenda da una predisposizione genetica, anche se, con la crescita, l’influenza dell’ambiente, soprattutto dei luoghi frequentati che non siano casa propria, l’appetito e le abitudini prendono una svolta. Un lavoro scientifico ci conferma quello che sappiamo già da sempre, e cioè che l’ambiente familiare è quello più idoneo a trasmettere un modo corretto di utilizzare i cibi durante la giornata e di arrivare a tavola abbastanza affamati per non fare … storie!

Se a 9 anni, però, il rifiuto di mangiare alcuni cibi e il fatto di essere esigenti a tavola persistono, allora la componente genetica è prevalente, e influenza la tendenza a mangiare troppo, non mangiare abbastanza e mangiare troppo velocemente. Invece, il comportamento tenuto a tavola è assolutamente legato alle influenze educative e quindi all’ambiente. E anche al menù, certamente!

Fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24313977 (Genetic and environmental influences on eating behaviors in 2.5- and 9-year-old children: a longitudinal twin study – Int I Behav Nutr Phys Act, 2013, Dec 7; 10(1): 134)

Obesita.it, 17.12.2013

http://www.lanutrizione.it/html/cnt/it/fame_appetito.asp 
http://alimentazionebambini.e-coop.it/ricette-per-bambini/ 

Nessun commento:

Posta un commento